Enter your title here
Enter your text here


Gazza Massera Architetti

Realizzato, 2009, Parma, Italia

casa gm

 

I lavori di ristrutturazione di un appartamento della fine degli anni Sessanta hanno mostrato una nuova interpretazione degli ambienti tradizionali: l’ingresso, che in origine aveva dimensioni proporzionate ad una funzione di cerimoniosa rappresentanza, si ritrae per marcare il passaggio tra l’esterno condominiale e l’interno più privato della vita famigliare. Ridotto al minimo lo spazio di disimpegno, limitato solo per gli accessi degli ambienti notte, il living funge anche da distribuzione: una architettura di interni che si legge nella scansione dei pieni e dei vuoti di una delle pareti. Ogni spazio è funzionale all’uso della vita quotidiana e l’intervento mostra un linguaggio unitario sobriamente declinato negli episodi. La cucina a ferro di cavallo è caratterizzata da una mensola che funge da tavolo alto e da un taglio tra la base e i pensili che porta luce al contiguo ingresso. Gli arredi più importanti sono realizzati su disegno e sono finiti con materiali industriali quali la resina e la lamiera stirata. E’ stato ricavato un secondo bagno di servizio riducendo gli spazi di distribuzione. Un sistema di armadi a parete che dal disimpegno notte continuano nella camera matrimoniale consentono di integrare con pochi segni percepibili le funzioni di deposito con quelle di accesso. Il mantenimento di parte della pavimentazione originale ha determinato la scelta cromatica degli interni e di accostare il sapore della memoria dell’impianto originario alle nuove spazialità contemporanee.

Enter your title here
Enter your text here